27.032018
Off
0

Il premio nascita, di cui all’art. 1, comma 353 della L. 232/2016, deve essere riconosciuto a tutte le mamme straniere regolarmente soggiornanti. Non soltanto, quindi, alle mamme lungosoggiornanti o titolari di protezione internazionale, come preteso dall’INPS con la circolare n. 39/2017.

Così ha stabilito la Corte di Appello di Milano, con dispositivo di sentenza del 23.3.2018, confermando la sentenza di primo grado, che aveva accolto il ricorso di ASGI, APN e Fondazione Piccini, rappresentate e difese dagli avv.ti Alberto Guariso e Livio Neri.

Corte d’Appello di Milano, disp. sent. n. 617-2018, ASGI – APN – FONDAZ G. PICCINI (avv.ti Guariso e Neri) c. INPS

Il commento dell’avv. Guariso, intervistato da TG 1: “I giudici non hanno fatto altro che prendere atto del significato letterale della legge e affermare questo principio di uguaglianza che il legislatore aveva riconosciuto proprio sulla base del fatto che tutti i bambini sono uguali”.

Intervista di TG1 all’avv. Guariso sul Premio Nascita – telegiornale del 26.3.2018