29.042020
Off
0

“NON ASSUMEREI MAI GAY”, LA CORTE UE CONTRO TAORMINA: VIETATO DISCRIMINARE – IL MANIFESTO

Il Manifesto riporta la sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione in relazione alla causa instaurata da Rete Lenford, patrocinata dall’avv. Alberto Guariso, contro le dichiarazioni omofobe di un famoso avvocato ed ex parlamentare europeo. Articolo reperibile al seguente link : «Non assumerei mai gay», la Corte Ue contro Taormina: vietato discriminare – Il Manifesto, 24.4.2020 «Non…

10.032020
Off
0

LA CORTE COSTITUZIONALE DICHIARA ILLEGITTIMO IL REQUISITO DEI CINQUE ANNI DI RESIDENZA PER L’ACCESSO ALL’EDILIZIA PUBBLICA – RASSEGNA STAMPA

Una breve rassegna stampa sulla sentenza 44/2020 della Corte Costituzionale: Il requisito della residenza ultraquinquennale per l’edilizia residenziale pubblica è incostituzionale: contrasta con la funzione sociale del servizio, Ufficio Stampa della Corte Costituzionale, comunicato del 9.3.2020. Cinque anni di residenza per avere una casa popolare: la legge della Lombardia è incostituzionale, dall’edizione online dell’inserto milanese…

02.092019
Off
0

IL TRIBUNALE DI MILANO RIMETTE GLI ATTI ALLA CONSULTA SUL DIVIETO DI ISCRIZIONE ANAGRAFICA PER I RICHIEDENTI ASILO

La causa riguardava un cittadino siriano – difeso dal prof. Valerio Onida e dall’avv. Alberto Guariso – al quale il Comune di Milano aveva negato l’iscrizione anagrafica in forza del “decreto sicurezza”. Secondo il Tribunale non è possibile dare della norma una interpretazione che consenta già oggi l’iscrizione l’anagrafica, ma allo stesso tempo tale esclusione…

17.122018
Off
0

RASSEGNA STAMPA CASO COMUNE DI LODI

La Repubblica – articolo 15.12.18 Corriere della Sera – articolo 15.12.18 Il Manifesto – 14.12.18 – articolo Sentenza Lodi Corriere della Sera – 14.12.18 – articolo Sentenza Lodi Avvenire – 14.12.18 – articolo Sentenza Lodi Repubblica – 14.12.18 – articolo Sentenza Lodi

17.122018
Off
0

CASO LODI, DOPO L’ORDINANZA ESPLODE LA GIOIA: BRINDISI E CANTI SOTTO IL COMUNE

Mentre all’interno del palazzo comunale si svolgeva il consiglio, nella piazza sottostante i membri del Coordinamento Uguali Doveri hanno festeggiato l’ordinanza del Tribunale di Milano che ha imposto all’amministrazione cittadina la riscrittura del regolamento su mense e scuolabus definito “discriminatorio”. “Abbiamo fatto un gol pazzesco”, dice Valentina Tronconi, mentre vengono stappate bottiglie e scanditi slogan….